Digital transformation: 50 milioni di euro a disposizione delle PMI

Sono oltre 380 le domande presentate finora dalle micro, piccole e medie imprese per richiedere l’agevolazione in favore della Digital Transformation dei processi produttivi relativi ai settori del manifatturiero, commercio, turismo e beni culturali.

L’incentivo promosso dal Ministero dello Sviluppo Economico mira a supportare la competitività e gli investimenti innovativi delle PMI in tecnologie abilitanti relative al Piano Nazionale Impresa 4.0.

Per la misura, avviata nel mese di dicembre 2020, sono ancora disponibili oltre 50 milioni di euro dei finanziamenti già messi a disposizione dal Mise per un ammontare complessivo di 100 milioni di euro. Le micro, piccole e medie imprese interessate possono presentare le domande per fruire dell’incentivo, anche in forma aggregata.

Per maggiori informazioni: https://www.mise.gov.it/index.php/it/incentivi/impresa/digital-transformation

Per presentare la domanda: https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/rafforziamo-le-imprese/digital-transformation

 

 

European Digital Innovation Hubs: i prossimi workshops della Commissione Europea

La Commissione Europea ha previsto alcuni webinar per chiarire e approfondire gli aspetti più rilevanti ai fini della partecipazione alla call ristretta per la creazione della rete europea degli EDIH nell’ambito del programma Digital Europe.

In particolare sono previsti i seguenti appuntamenti:

  • 13 aprile 2021: webinar su collaborazione tra EDIH del network europeo, inclusi transnational crossborder hub – Link
  • 27 aprile 2021: webinar su cofinanziamento e aiuti di Stato – Link
  • 18 maggio 2021: webinar insieme al JRC su strumento comune degli EDIH per la valutazione della maturità digitale

Per maggiori informazioni: https://digital-strategy.ec.europa.eu/en/news/cycle-workshops-european-digital-innovation-hubs

 

Il Competence Center Cyber 4.0 lancia il primo bando di gara dedicato alle PMI sui temi della cybersecurity

Lanciato dal Competence Center Cyber 4.0 il primo bando di gara rivolto alle piccole e medie imprese per progetti in ambito cybersecurity. Cyber 4.0 ha come capofila l’Università La Sapienza di Roma e aggrega in un partenariato pubblico-privato organismi pubblici di ricerca e imprese, tra le quali Sistemi Formativi Confindustria.

Il bando, per il quale è prevista una dotazione finanziaria di 1 milione di euro, punta ad agevolare la collaborazione tra PMI e Cyber 4.0 attraverso progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale. L’obiettivo è anche quello di favorire la competitività del territorio e del sistema produttivo italiano in termini di impatto sociale, economico, ambientale, sul lavoro e sulla competitività del sistema impresa, aumentando il contenuto tecnico-scientifico di prodotti, processi e servizi.

I progetti potranno essere presentati entro le ore 14 del 21 maggio 2021 e potranno riguardare quattro aree tematiche:

  • Cybersecurity in senso lato e trasversalmente ai settori produttivi,
  • Cybersecurity – nel comparto Aerospazio,
  • Cybersecurity – nel comparto Automotive,
  • Cybersecurity – nel comarto E-Health.

Per maggiori informazioni e per partecipare al bando: http://www.cyber40.it/dettaglio_bando/65

 

Indagine sulle imprese che affrontano la trasformazione digitale

ICIM Group, l’ente di certificazione di riferimento in ambito Industria 4.0 controllato da ANIMA Confindustria (Federazione della Meccanica Varia), che offre alle imprese il supporto necessario per affrontare la digitalizzazione dei processi produttivi, ha realizzato un’indagine per sondare gli atteggiamenti delle aziende di fronte alla sfida del cambiamento, evidenziando che molte aziende si stanno muovendo adeguatamente sul fronte della digitalizzazione, anche se alcune non sono ancora riuscite ad inquadrare la trasformazione digitale dell’industria dal punto di vista strategico e dei processi.

L’indagine ha coinvolto aziende che hanno effettuato investimenti significativi (da 1 a 15 milioni di euro) in ottica 4.0 e la quasi totalità delle intervistate ritiene di aver raggiunto gli obiettivi prefissi ed è intenzionata a fare nuovi investimenti nel prossimo biennio.

Tra le principali aree di intervento, ritenute prioritarie dalle aziende coinvolte, figurano la riduzione dei tempi di lavoro e dei costi, grazie a macchine più evolute che aggregano molteplici fasi di lavoro, la riduzione della documentazione cartacea a favore della digitalizzazione dei processi di controllo della produzione, il miglioramento della qualità dei prodotti per agevolare l’accesso a nuovi mercati e l’uso dei benefici fiscali per sostituire le macchine obsolete.

Tra le problematiche evidenziate dalle aziende: la difficoltà di programmazione degli investimenti a causa dell’incertezza circa la durata degli incentivi e la difficoltà di organizzazione interna a causa della mancanza di idonee competenze, sia interne che esterne all’azienda.

I prossimi traguardi su cui si stanno orientando le imprese riguardano l’adeguamento di tutte le linee di produzione a quelle più avanzate ed aggiornate attraverso gli interventi sinora eseguiti, sia sul fronte della qualità di produzione che delle modalità di controllo, ma anche l’impiego al massimo delle potenzialità delle nuove macchine, sfruttandone opportunamente la grande mole di dati che forniscono.

Maggiori approfondimenti a questo link.

 

Innovation Days 2021: Confindustria e Sole24Ore entrano nelle fabbriche del futuro

Processi produttivi, progettazione, manutenzione, logistica, alimentare, auto, componentistica, macchinari sono alcuni dei temi su cui si concentrerà la terza edizione di Innovation Days, il roadshow del Sole 24 Ore e Confindustria che racconta l’economia italiana con il contributo di Sistemi Formativi Confindustria, dei Digital Innovation Hub di Confindustria ed il supporto di 4.Manager.

Il primo dei dieci appuntamenti è in programma giovedì 22 aprile, a partire dalle ore 9,30 e sarà trasmesso in diretta streaming dal Competence Center MADE di Milano.

Il percorso racconterà, attraverso le storie di imprenditori che hanno saputo affrontare un contesto economico difficile come quello attuale, modelli di business innovativi e nuove professionalità messi in campo per cogliere opportunità di sviluppo e di innovazione, contribuendo così alla ripresa economica dell’intero Paese.

Ogni appuntamento è articolato in una sessione mattutina ed una pomeridiana. Nel corso della mattinata i lavori si concentreranno sullo sviluppo digitale in fabbrica, la tecnologia che crea lavoro e i percorsi del sapere, con case history imprenditoriali ed esempi delle migliori esperienze di innovazione nei diversi settori dell’economia. Il pomeriggio sarà dedicato all’approfondimento tecnico ed operativo dei principali temi legati all’innovazione digitale e sostenibile: grazie all’intervento di esperti e specialisti, visite aziendali virtuali e analisi di best practices si parlerà del ruolo e degli strumenti operativi messi in campo dai Digital Innovation Hub e dai Competence Center a supporto dell’innovazione aziendale, di agevolazioni fiscali per l’innovazione 4.0 e green e di tecnologie, competenze e formazione per le fabbriche del futuro. La sessione pomeridiana sarà dedicata, di tappa in tappa, a differenti settori e filiere produttive. La prima tappa del 22 aprile sarà focalizzata sul comparto della meccanica e della meccatronica.

Per consultare il programma di dettaglio dell’incontro e seguire i lavori della prima tappa è necessario registrarsi su https://eventi.ilsole24ore.com/id2021/lombardia.

La prima iscrizione permetterà di seguire in diretta anche tutte le altre tappe in calendario:

 

  • Lombardia 22 Aprile 2021 (focus pomeridiano su Meccanica e Meccatronica)
  • Piemonte-Liguria 12 Maggio 2021 (focus pomeridiano su Automotive, Elettronica, Costruzioni)
  • Emilia Romagna 27 Maggio 2021 (focus pomeridiano su Gomma-Plastica, Imballaggi, Agroalimentare)
  • Puglia 24 Giugno 2021 (focus pomeridiano su Aerospazio, Mobilità sostenibile)
  • Toscana 15 Luglio 2021 (focus pomeridiano su Fashion, Turismo, Robotica)
  • Abruzzo-Marche 28 Settembre 2021 (focus pomeridiano su Acciaio, Fashion, Arredamento)
  • Campania 21 Ottobre 2021 (focus pomeridiano su Carta, Cantieristica)
  • Veneto 10 Novembre 2021 (focus pomeridiano su Fashion, Arredamento)
  • Sicilia 25 Novembre 2021 (focus pomeridiano su Agrolimentare, Economia del mare)
  • Lazio 16 Dicembre 2021 (focus pomeridiano su Chimica, Farmaceutica, Sanità)

 

Per tutti gli approfondimenti sull’iniziativa: https://eventi.ilsole24ore.com/id2021/

 

ITS Pop Days: dal 5 al 7 maggio una fiera digitale per presentare le Accademie del Made in Italy 4.0

La mancanza di profili tecnici nel mercato del lavoro è da anni un elemento critico nel dialogo fra scuola e impresa e rischia di arrestare lo sviluppo del tessuto industriale nel nostro Paese.

Esistono tuttavia dei canali formativi post diploma che preparano ogni anno centinaia di giovani super tecnici per il mondo del lavoro. Sono gli Istituti Tecnici Superiori (ITS), l’unico canale formativo terziario professionalizzante alternativo ai percorsi universitari presente oggi in Italia.

Inseriti da oltre un decennio nel dialogo fra impresa e studenti, sono percorsi formativi biennali post diploma erogati da Fondazioni nei cui organi di governo siedono le stesse imprese che indicano i moduli didattici più utili per i profili più ricercati.

Si tratta di percorsi formativi riconosciuti dal Ministero dell’Istruzione e dell’Università ed alternativi rispetto ai classici percorsi universitari. Molto frequentati in altri paesi europei, hanno permesso ad esempio a Germania e Francia di fornire alle imprese le decine di migliaia di tecnici preparati di cui avevano bisogno, soprattutto in relazione all’adozione di tecnologie 4.0, rispetto alle quali gli ITS detengono un know how ed una dotazione di laboratori dedicati di assoluta eccellenza.

In Italia purtroppo sono ancora poco conosciuti dai ragazzi e dalle loro famiglie. Proprio per questo Confindustria, in collaborazione con Umana e con Indire, organizza dal 5 al 7 maggio gli ITS POP DAYS, una vera e propria Fiera nella quale 90 ITS da tutta Italia si riuniranno “virtualmente”, illustrando la propria offerta formativa, le eccellenze e le collaborazioni che li caratterizzano, raccontando la propria storia e le opportunità di impiego per i ragazzi che frequentano i loro corsi.

ITS POP DAYS è pensato per far conoscere di più e meglio questa realtà permettendo a tutti di navigare tra gli stand virtuali degli ITS, con la possibilità di dialogare in diretta tramite live chat e partecipare a un programma di incontri e webinar sui temi della formazione, del lavoro e sul futuro delle nuove generazioni.

Consulta il programma dell’evento e partecipa!

 

MEDISDIH organizza il primo DIH WORLD COMMUNITY DAY in Puglia

MEDISDIH, Distretto Meccatronico Regionale e Digital Innovation Hub della Puglia, in qualità di partner del progetto H2020 “DIH-World” organizza il suo Primo COMMUNITY DAY, che avrà luogo il 16 aprile 2021.

L’evento ha lo scopo di riunire esperti e best practice in ambito Industria 4.0. Il Community Day di MEDISDIH vedrà diversi interventi volti a dare un’idea tangibile di come i servizi dei DIH a supporto della digitalizzazione della struttura organizzativa delle PMI possano risultare cruciali per le loro funzioni aziendali, indipendentemente dalla dimensione di impresa e dallo specifico mercato di riferimento.

Consulta il programma dei lavori e iscriviti per partecipare.

Per maggiori informazioni visita la web page dedicata sul sito di MEDISDIH

 

Presentazione del “Piano Transizione 4.0”

Si è tenuto in modalità webinar mercoledì 14 aprile alle ore 10.30 l’evento di presentazione del “Piano Transizione 4.0”, organizzato da Confindustria Digitale in collaborazione con Mise, Confindustria, Anitec-Assinform e Assotelecomunicazioni-Asstel.

Il Piano Transizione 4.0, pilastro del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, adottato dal Governo, prevede specifici strumenti di incentivazione per stimolare gli investimenti delle imprese italiane nell’innovazione digitale. Acquisto di beni strumentali tecnologicamente avanzati, materiali e immateriali, attività di ricerca e sviluppo, di innovazione e design, formazione 4.0 sono oggetto di specifici crediti di imposta nell’ambito di un quadro di incentivi confermato e rafforzato dalla Legge di Bilancio 2021, per il periodo che va da novembre 2020 a giugno 2023.

L’incontro è stato l’occasione non solo per conoscere le novità del Piano e approfondire in modo articolato i meccanismi di accesso alle agevolazioni, ma anche per affrontare i temi della trasformazione digitale del nostro tessuto produttivo nell’ottica più ampia di partnership fra piccole e grandi imprese, distretti industriali, filiere.

Aperto dal Presidente di Confindustria Digitale Cesare Avenia, il dibattito ha visto gli interventi di Giulia Abruzzese, Politiche Fiscali Confindustria, Marco Calabrò, Direzione Generale per la politica industriale, l’innovazione e le PMI del Mise, Silvia Candiani, Presidente Steering Committee Digitalizzazione PMI e Giorgio Migliarina, Presidente Steering Committee Innovazione digitale nelle filiere di Confindustria Digitale.

 

START 4.0: il Centro di Competenza al servizio delle imprese

E’ in programma il 6 maggio a partire dalle ore 10.30 l’incontro online organizzato dal Digital Innovation Hub Liguria con l’obiettivo di presentare e valorizzare le attività e i servizi che il Centro di Competenza START 4.0 mette a disposizione delle imprese.

Il Centro di Competenza START 4.0, nato attraverso il finanziamento del Ministero dello Sviluppo Economico, è un partenariato pubblico/privato formato da 33 imprese e 6 enti pubblici, che dispone di 9 nodi infrastrutturali finalizzati allo svolgimento di attività di training & research. È specializzato su tematiche di sicurezza cyber-fisica, safety degli operatori e resilienza delle infrastrutture, garantisce servizi di orientamento, formazione e progetti di innovazione in 5 diversi domini applicativi: energia, trasporti, idrico, produzione e porto.

L’incontro ha l’obiettivo di avvicinare le imprese a START 4.0 e alle numerose opportunità che può fornire (ad esempio bandi e contributi economici per finanziare progetti innovativi) e di presentare due dei 9 nodi infrastrutturali di cui dispone:

  • il Laboratorio Cyber Scada di Leonardo: svolge attività di ricerca e sviluppo prodotti per la divisione e, attraverso progetti collaborativi, con i clienti. Le attività hanno come focus la sicurezza cibernetica e la resilienza del sistema fisico controllato.
  • il Simulatore di manovra di Cetena: architettura di simulazione in grado di rappresentare vari tipi di scenari e operazioni che includono la conduzione di una singola nave, la gestione dei motori, dei sottosistemi e delle procedure di addestramento.

Consulta il programma dell’evento e compila il form online per iscriverti.

Ulteriori informazioni al seguente link o scrivendo a lcosta@dihliguria.it

 

Vantaggi e rischi dell’intelligenza artificiale

Il gruppo di lavoro del Clusit, un team di 400 esperti che nell’ambito dell’Associazione italiana per la sicurezza informatica, opera attraverso attività di ricerca, formazione e divulgazione per approfondire le opportunità dell’Intelligenza artificiale, i rischi e le relative contromisure da attuare, ha appena pubblicato un manuale per l’uso “sicuro” dell’intelligenza artificiale.

Presentato nell’ambito del Security summit streaming edition, il volume punta a sensibilizzare il management sulle opportunità offerte dall’intelligenza artificiale, ma anche sui relativi rischi. Nell’ultimo anno, complice la pandemia, molte aziende hanno avviato iniziative basate sull’intelligenza artificiale per aumentare la propria efficienza, cosa che comporta la gestione di grandi quantità di dati e l’impiego di complessi algoritmi di analisi, quindi richiede anche molta attenzione ad una serie di aspetti e tematiche, ben evidenziate dagli esperti del Clusit.

Il manuale è disponibile gratuitamente su https://c4s.clusit.it/ ed è dedicato agli addetti ai lavori sia del comparto privato che di quello pubblico.

Maggiori approfondimenti a questo link