100 giornate Evolution: rinnovato l’accordo tra Siemens e Confindustria

Siemens Digital Industries Italia e Confindustria hanno rinnovato il 19 luglio 2021 presso il Digital Enterprise Experience Center (DEX) di Piacenza l’accordo “Smart Factory Siemens – 100 Giornate Evolution”, intesa siglata nel 2018 che ha al centro la trasformazione digitale delle imprese e che durerà fino a tutto il 2022.

Il nuovo accordo punta sulla condivisione di casi concreti di applicazione delle tecnologie digitali per l’industria manifatturiera e percorsi di formazione personalizzati in grado di rispondere alle esigenze specifiche delle aziende, con focus su automazione, simulazione, digital twin, cloud e edge computing, data analytics, intelligenza artificiale e altre tecnologie abilitanti alla trasformazione digitale delle imprese.

In particolare, Siemens offrirà alle imprese di Confindustria e ai DIH la possibilità di organizzare 100 giornate dedicate alla conoscenza dei vantaggi della digitalizzazione per le imprese manifatturiere interessate ad approfondire e investire nelle tecnologie abilitanti l’Industria 4.0. A seguito di assessment sulla loro maturità digitale – coordinati e svolti dai DIH di Confindustria dislocati sul tutto il territorio Italiano – le imprese verranno poi indirizzate e accreditate presso il DEX, centro di eccellenza e modello di Smart Factory, dove avranno l’opportunità di aggiornarsi rispetto alle innovazioni tecnologiche, di acquisire il background tecnico culturale indispensabile per attuare il proprio rinnovamento e soprattutto dove potranno testare e conoscere le tecnologie di controllo, di progettazione e di simulazione digitale applicate alle macchine automatiche, macchine utensili, stazioni con robot e isole industrial software, oggetto del Piano Transizione 4.0.

Per rispondere adeguatamente alla situazione emergenziale causata dal Covid-19 i servizi di formazione saranno erogati sia in presenza sia online e l’accesso ai contenuti tecnologici, aggiornati e sviluppati nel corso degli ultimi due anni, sarà possibile anche a distanza attraverso webinar e livemeeting.

Per maggiori informazioni: https://www.confindustria.it/home/media/comunicati-stampa

 

Il data sharing in ecosistemi collaborativi fa crescere i ricavi

Una ricerca del Capgemini Research Institute evidenzia come le aziende inserite in data ecosystem collaborativi e complessi possono ottenere vantaggi anche in termini finanziari.

Le organizzazioni che condividono, scambiano e collaborano attraverso i dati all’interno di un ecosistema possono ottenere benefici finanziari fino al 9% dei ricavi annuali. La ricerca di Capgemini evidenzia anche che nei prossimi cinque anni tali questi benefici potranno essere raggiunti grazie a tagli sui costi, a nuovi flussi di ricavi ed all’incremento della produttività.

Il report, dal titolo “Data sharing masters: How smart organizations use data ecosystems to gain an unbeatable competitive edge”, evidenzia però che attualmente il 61% delle organizzazioni è inserito in ecosistemi con una condivisione dei dati molto semplice e bassi livelli di collaborazione, mentre il restante 39% sta trasformando le informazioni basate sui dati in un vero vantaggio competitivo di lungo periodo.

Per approfondimenti: https://www.corrierecomunicazioni.it/industria-4-0/data-sharing-9-di-ricavi-in-piu-grazie-alla-collaborazione-sugli-ecosistemi/

 

La fabbrica intelligente sarà 5G

I miliardi di sensori installati nelle industrie di tutto il mondo producono miliardi di dati, che però a poco servono se non si impiega la tecnologia giusta per raccoglierli, gestirli ed interpretarli. Per fare questo sarà fondamentale il diffondersi del 5G.

La Intel ha evidenziato come il 5G, combinato con cloud, edge computing e intelligenza artificiale permetterà di andare oltre la sola interconnessione dei dispositivi presenti negli stabilimenti produttivi, permettendo alla produzione di diventare veramente più intelligente, e quindi più efficiente, produttiva ed economica.

Il 5G agevolerà la proliferazione dell’Internet of Things (IoT), consentendo alle industrie di automatizzare i processi manuali, lavorare in modalità wireless e collegare tutte le sedi dell’azienda.

Gli esperti di Intel stimano che entro il 2025 si conteranno più di 75 miliardi di dispositivi IoT installati e ciò potrà creare un impatto economico fino a 3.700 miliardi di dollari nel comparto manifatturiero. Il 5G porterà una connettività senza soluzione di continuità e grandi capacità di calcolo, con bassi tempi di latenza.

E l’impiego del 5G si allargherà all’intero ciclo di vita del prodotto, dall’approvvigionamento e la produzione sino alla distribuzione e alla vendita, portando anche una riduzione dei costi di manutenzione ed un aumento della produttività della supply chain.

Leggi i dettagli su: https://www.lastampa.it/tecnologia/dossier/smart-factory/2021/07/13/news/potenza_velocita_e_sicurezza_la_fabbrica_intelligente_sara_5g-310172513/

 

La LEAN Experience Factory si amplia

LEF, centro di eccellenza nel campo della trasformazione digitale, ha inaugurato il 19 luglio 2021 l’ampliamento della propria sede. LEF nasce come centro di formazione esperienziale nel 2011 dalla joint venture tra McKinsey&Company, Confindustria Alto Adriatico ed altri soci del territorio ed è inoltre socio dello SMACT Competence Center e parte dell’iniziativa IP4FVG.

Uno spazio di 3000 metri quadrati che offre esclusivi programmi di formazione esperienziale in presenza e da remoto.

I nuovi spazi si preparano a ospitare quella che, da fabbrica digitale modello, è diventata oggi un’azienda modello digitale con processi reali, ambienti di backoffice e operatori che simulano le attività di una vera e propria azienda facendo comprendere tutte le fasi della trasformazione digitale.

Per maggiori informazioni visita il sito https://lef-digital.com/

 

Tech Beauty Contest 2021

Nell’ambito del World Manufacturing Forum 2021 il DIH Lombardia presenta l’edizione 0 del ‘Technology Beauty Contest’, concorso dedicato a tutte le PMI con sede legale in Italia, che si sono contraddistinte per capacità innovativa di prodotto, di processo e in progetti sostenibili.

Il Tech Beauty Contest 2021 è suddiviso in 3 categorie:

  • Innovazione digitale di processo
  • Innovazione digitale di prodotto
  • Innovazione sostenibile guidata dalla trasformazione digitale

Per ogni categoria verrà premiata 1 azienda e potranno inoltre essere attribuite menzioni speciali.

La partecipazione è libera e gratuita. Le migliori proposte verranno selezionate e valutate da una commissione composta da DIH Lombardia e World Manufacturing Foundation e dalle Fabbriche Faro (ABB, Ansaldo, Hitachi Rail, Tenova – Ori Martin, HSD e Wartsila), madrine del contest, che premieranno le PMI vincitrici in occasione della serata inaugurale del WMF 2021 (20 ottobre 2021).

Per partecipare è sufficiente compilare ed inviare il form a questo link inserendo la descrizione dell’azienda, la categoria cui si intende partecipare, la proposta e la motivazione della partecipazione.

La scadenza per presentare le adesioni è il 22 settembre 2021 ore 18:00.

La cerimonia di premiazione si terrà in occasione della giornata di apertura del World Manufacturing Forum, il 20 ottobre 2021.

Per maggiori informazioni: http://dihlombardia.com/news/tech-beauty-contest/2021